Il Teatro 7 riapre i battenti

A non più di una settimana dal disastro provocato da un tossico (per i dettagli leggetevi questo post), il Teatro 7 ha riaperto al pubblico alla grande.
Deus ex machina della piacevolissima serata è stato proprio Paolo Marchi che ha proposto, a quanti volessero partecipare, di recarsi in via Civerchio con un dono e un sorriso, quali buon auspicio per Rico Guarnieri e Maria Barbato di continuare lungo un cammino intrapreso con gioia, disponibilità e grande sacrificio.

Avevo tanto sentito parlare del Teatro 7, sia per ciò che riguarda il ristorante che per i corsi, ma non avevo mai avuto l'occasione di farvi visita. Così un po' per la curiosità che mi caratterizza, un po' per solidarietà nei confronti di chi si guadagna la vita sudando, ho voluto brindare anche io "al nuovo inizio".
A parte la serata riuscitissima, il buon vino e il buon cibo, di cui il gastronomo riluttante ha fornito già un elenco, mi ha fatto piacere rincontrare Paolo e conoscere persone più o meno note, primo tra tutti il mitico Mucca, con il quale ci siamo rincorsi in più di un evento, senza mai trovarci.
Ho scambiato anche quattro chiacchiere con Maria Barbato che mi ha un po' descritto lo spirito del locale: sono stata positivamente colpita dal fatto che gli avventori un po' brontoloni o seccati per una lunga attesa possono entrare in cucina, vedere con quale cura vengono preparati i piatti, rendersi conto che non c'è nulla di precotto e poi, se proprio ne hanno voglia, possono anche mettersi a cucinare! Devo dire che questa voglia io l'ho avuta per tutta la sera (con la scusa avrei indossato pure my new brand chef attire!), ma i fornelli erano fin troppo affollati! Maria, inoltre, mi ha anticipato che è nato un nuovo spazio dove verranno spostati i corsi o in cui si potranno organizzare serate tra amici. Subito mi è balenata in mente un'idea per la cui realizzazione mi sono già messa in moto ;-)

Un plauso speciale va al piccolo Brando Marchi che, con l'eleganza di un vero Maître e tanto da insegnare a noi adulti, ha intrattenuto e curato, con meticolosa attenzione, gli avventori del locale...quando si dice che la classe non è acqua! A veder lui, divertirsi così tanto (il papà ha dovuto trascinarlo via a forza!), sarebbe auspicable che lo sfruttamento del lavoro minorile fosse tale per tutti i bambini!

Etichette: ,

7 Commenti:

Blogger mucca scrive...

Brando è un vero mito, della serata è stato il più brillante di tutti.
Ed io ero proprio contento ad essere l'unico che indossava le braghe corte, oltre a Brando, ovviamente!

Mucca

Blogger k scrive...

Uff, ma perché a genova non esistono posti del genere?
Non sai che voglia avrei di scambiare idee e imparare robe in modo "non virtuale"!
baci
k

Anonymous Anonimo scrive...

grazie Elisa
pensando a quello che hai scritto circa la passione di Brando, mi viene in mente che da lui dovrebbero prendere esempio anche quelle shampiste - e i loro cicisbei - piene di energie nello starnazzare a suo tempo, ma silenziosissime ora che in fondo si trattava di far tornare il sorriso a due ragazzi, non di parlare bene di qualcuno o spendere chissà queli cifre
ancora grazie di esserci stata
oloap

Blogger mucca scrive...

Mi associo alla critica di Marchi, le schiampiste del web milanese potevano pure aggregarsi per passare una piacevole serata tra amici che condividono la stessa passione.
Invece niente, che fossero tutte impegnate a fare la messa in piega all'ultima cliente delle 21.00?

Mucca

Blogger Gourmet scrive...

:o)
Mucchinaaaaaaaaaaaaa!!!! peccato non esserci stata.. impegni precedenti mi hanno bloccato a Turin!!
Avevo letto da Paolo dell'iniziativa,molto lodevole, e sono felice che finalmente tu ed Elisa vi siate incontrati!
baci e abbracci a tutti!

Blogger Elisa scrive...

k, le grandi citta' come Roma e Milano offrono tante cose, ma ci sono pure parecchi risvolti negativi: prendi quello che e` successo al Teatro 7 o a me, che qualche giorno fa mi e` arrivata una bottiglia in testa...e per fortuna era solo una bottiglia e non ci sono state conseguenze...La cosa bella, nel caso del Teatro 7, e` stata la solidarieta`, nel mio caso invece penso che nemmeno fossi stata a terra morente la gente avrebbe offerto aiuto...ma va bene cosi'.

Mucca, e si` Brando e` davvero eccezionale, simpatico, spigliato, senza essere invadente e rompipalle come tanti mocciosi viziati che nella sua stessa situazione avrebbero o fatto casino o sarebbero stati lagnosi. Con lui ci puoi fare tranquillamente un discorso da adulto e sicuramente ti insegna pure qualcosa!

Paolo, io ringrazio te per l'idea, anche io avevo piu' di un brutto pensiero da dimenticare. Con Maria sto cercando di organizzare una cosina...ti faro` sapere: per quel che mi riguarda cerco di realizzare qualcosa con le blogger che non si danno arie ;)

Blogger Elisa scrive...

Sandrina, ci siamo incontrati e non ci lasceremo piu' :)

Posta un commento

 

 

Site meter