Pecora agliu cutturo commenti

Etichette:

12 Commenti:

Blogger Gourmet scrive...

Sarà ma la pecora a me piace un sacco!!! ;)
non agnellini piccoli, ma animali adulti!Rigorosamente adulti..
come stai??!!
baci

Blogger Gaia scrive...

io nn l'ho mai mangiata però mi ispira un sacco questa ricetta...ma elisa per quanto tempo la fai cuocere? la carne ha la tendenza a restare un po' dura se cotta poco oppure non deve stare tanto? e passarla in forno?!?
domande banali ma da ignorante con questo tipo di carne!

Blogger Elisa scrive...

Sandrina, sei tornata!! Io bene, stanca come al solito :)
Tu, tutto ok? Andata bene la vacanza? Ci sentiamo presto cosi' mi racconti.

P.S. Io mangio pure l'agnello di tanto in tanto, molto molto raramente, pero' lo mangio :(

gaia, la pecora solitamente ha una carne dura: noi abbiamo cotto qualche bistecca sulla brace, mentre quella agliu cutturo ha dei tempi molto lunghi, due ore per sgrassarla bene, come ho descritto, e poi cotta per il tempo necessario al sugo di restringersi.
Cmq, un po' per tutte le carni il trucco e` far si' che i "succhi" si redistribuiscano bene su tutta la superficie. Mi spiego: quando la carne cuoce, il calore tende a "seccare" le parti piu' esterne, mentre i succhi vanno al centro, quindi prima di mangiarla occorre farla riposare un po' al caldo coprendola con una stagnola...consiglio sperimentato alla scuola Altopalato, dove ho mangiato carni piu' tenere che abbia mai assaggiato.
Ci vediamo sabato al Castello, ci sei?

Blogger Saffron scrive...

Quest'anno anche noi pecora ajo cotturo!! E' sempre un piacere mangiare piatti tradizionali!

Blogger nini scrive...

Che bella ricetta, appetitosa...!

Anonymous LaFrancese scrive...

Ciao! anche al mio paese si cucina la pecora, che detto tra noi però non sò bene come si prepara... la facciamo in umido con pomodoro, ma appare molto meno rossa e alla brace, alla scottadito!
... per soli denti sani!

Anonymous andrea b scrive...

anvediiiiii, io la mangio a Tagliacozzo, te dove abiti _

Blogger Gaia scrive...

ciao elisa,
grazie per le delucidazioni, c'erano delle cose che non mi tornavamo, ma ora è tutto chiarito! cmq si il trucco della stagnola lo conoscevo bene perchè è da quando sono piccola che vedo la mia mamma che avvolge anche il roastbeef prima di tagliarlo così che le fette non si spolpino ma restino belle sode e non si sfilaccino! anche per l'arrosto di solito uso lo stesso metodo e poi riscaldo velocemente la carne tagliata usando il suo sugo bello caldo!
mi spiace non essere venuta al castello sbato, ma sono nadata via da milano decidendolo un po' all'ultimo anche perchpè qui con tutti questi pollini che svolazzano sto davvero diventando matta invece su in collina stavo benissimo e respiravo di nuovo!!!

Blogger Elisa scrive...

saffron, si' vero io sono molto legata alle tradizioni. Voi la fate come da noi?

nini, grazie :)

lafrancese, ho letto che sei "terrona" pure tu ma non so esattamente di dove :) e bada bene che per me non e` affatto un'offesa. Qui a Milano se ti appellano cosi' vogliono proprio offenderti, ma non sanno che io ne vado fiera ;)

andrea b, ora abito a Milano, ma sono romana con origini abruzzesi.

gaia, non sono stata nemmeno io, perche' di domenica volevo andare a Vigolzone anche se poi il GPS mi ha accannato, quindi non ho fatto ne' l'una ne' l'altra cosa :((

Blogger Gaia scrive...

mannaggia!

Blogger Tulip scrive...

ottima ideea di mettere gli ingredienti per "mangioni"!!!
:)
Ciao e Buon WE!

Blogger max - la piccola casa scrive...

adoro le ricette tradizionali, specialmente quelle diffuse specialemnte solo in certe microzone, mi portano a pensare che siano ricette perfezionati da anni e anni di sperimentazione, filtrate dalla saggezza popolare.
grazie per il trucco della stagnola lo sperimenterò sicuramente

max

Posta un commento

 

 

Site meter