Consumare vino: un fatto culturale

Giovani tra i 25 e i 34 anni e donne: sono questi i nuovi consumatori di vino in Italia. Sebbene dal 1971 al 2004 il consumo pro capite di vino sia sceso da 110 a 49 litri, un'indagine mette in luce che il 72,3% del campione tra i 25 e i 34 anni beve vino, soprattutto fuori casa (il 60,2% della fascia considerata). Anche quello delle donne è un segmento in crescita: il 58,4% del campione dichiara di bere vino e il 23% lo fa solo fuori casa. Dall'indagine, commissionata dalla Caviro, la società cooperativa di Faenza in provincia di Ravenna che rappresenta il primo produttore vinicolo italiano, emerge anche che il consumo di vino è un fatto culturale, dato che il 58,7% dei bevitori è rappresentato da laureati. I fattori che condizionano la scelta del vino sono molto precisi: la marca (determinante per il 58,7% del campione), il prezzo che non deve essere proibitivo (55,9%) e la zona di produzione (51,2%).

0 Commenti:

Posta un commento

 

 

Site meter